Fiamma Tricolore Lecce – Elezioni Comunali Lecce 2019

Il nostro Programma

Per noi di FIAMMA TRICOLORE il trinomio “Legalità, Trasparenza e Partecipazione” non può rimanere privo di contenuti. Legalià è far rispettare Regolamenti e leggi partendo dal rispetto della ZTL che volutamente è lasciata nell’anarchia: da anni diamo i suggerimenti per come facilmente potrebbe essere attuata eliminando anche i disagi dei residenti che devono avere gli stessi diritti di tutti gli abitanti. Fondamentale è la pubblicità degli elenchi dei permessi, pretestuosamente negati: chi non vuole comparire, perché non ne ha diritto, non lo chiede! L’introduzione del pass “rosso” è una solenne presa in giro se manca la possibilità di verificare entrata e uscita nella ZTL vera e propria, che è h 24 da sempre! Analogamente, per quei principi, devono essere facilmente verificabili le concessioni, tutte, con l’indicazione anche del primo ad averle avute. Partecipazione vuol dire attuazione dello Statuto con il Forum e le Consulte: Forum nel quale presentare le questioni più importanti, ferma restando la responsabilità di scelta di Sindaco e giunta, e le Consulte, messe in funzione solo dall’Amministrazione Poli Bortone (e da rivedere con Regolamento) e che sarebbero il punto di trasmissione delle necessità delle varie zone (la ricostituzione a nome variato delle Circoscrizioni e vietate dalla legge).

Relativamente al tema della legalità occorre combattere il fenomeno degli ambulanti abusivi i quali recano danni all’economia cittadina poiché spesso e volentieri espongono capi contraffatti nelle vicinanze degli esercizi commerciali dove, con estrema difficoltà, privati cittadini sopportano spese di ogni sorta per il bene delle proprie attività E’ necessaria un’intransigente vigilanza affinché vengano tenuti in considerazione i diritti degli onesti cittadini.

Fra i temi che da sempre FIAMMA TRICOLORE sostiene vi è il recupero dei valori identitari sia nazionali che locali. Crediamo nella forza e nella qualità della nostra gente e delle nostre tradizioni. Questi punti dovrebbero essere imprescindibili per un’Amministrazione seria, che non si lasci snaturare dal fenomeno della “turisticizzazione” che mina, spesso e volentieri, proprio le identità locali in vista di una sterile omogeneizzazione col resto del mondo. Affinché le identità locali non periscano bisognerebbe, ad esempio recuperare ed incentivare le diverse belle espressioni del lavoro artigiano in quanto eccellenza del territorio. Sarebbe necessario incoraggiare i maestri artigiani della pietra leccese, cartapesta, terracotta, ferro battuto, filati e tessitura, garantendo sia spazi espositivi permanenti, sia sgravi fiscali per le loro attività che oggigiorno sono temerarie. Assieme agli artigiani già esperti riteniamo opportuno rendere partecipi anche i giovani allievi dell’Accademia di Belle Arti di Lecce che potrebbero “ereditare” e tramandare tutto il bagaglio tecnico e artistico dei maestri. Sicuramente, occasioni come la tradizionale Fiera dei Presepi che si svolge nel periodo natalizio non dovrebbero essere sciupate come di recente accaduto ma altresì promosse, valorizzate per il merito dei validi artigiani che possano trarne profitto per le loro onerose attività.

Un altro punto centrale per la salvaguardia dell’identità locale è l’aspetto dell’enogastronomia: i nostri prodotti e i relativi produttori devono poter essere promossi dal territorio stesso, attraverso eventi di richiamo da organizzare sia all’interno del Centro Fieristico in Piazza Palio sia nelle piazze della città, da precisare che bisogna coinvolgere le periferie decentrando gli eventi e non convogliarli solo nel centro storico.

Il Comune dovrebbe istituire un evento annuale dove premiare le Eccellenze del Territorio che godono di notorietà a livello nazionale e internazionale rendendo il “Made in Lecce” in ambito enogastronomico, artigianale ed artistico una garanzia di qualità.

Un tema a cui FIAMMA TRICOLORE tiene particolarmente è l’attenzione per le attività sportive intese sia come salutari per chi le esercita sia come forma di aggregazione per grandi e piccoli; per questi ultimi si potrebbe utilizzare il sabato, che per molte scuole primarie e secondarie di primo grado è scevro da attività scolastiche, per organizzare attività ludico-sportive nei pressi del C.O.N.I. o del Palazzetto dello Sport come ad esempio corsi e relativi tornei di calcio, corsa campestre, atletica ecc. Nell’epoca dei nativi digitali crediamo sia fondamentale far riscoprire a grandi e piccoli l’importanza del gioco di squadra, delle attività all’aperto con finalità sia ludiche ed educative sia sociali che aggregative andando a rendere idonei e fruibili spazi di pertinenza comunale, spesso in stato di abbandono e degrado. In tal senso è doveroso attivarsi per la manutenzione degli spazi per attività sportive comunali andando a stabilire interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria in modo tale da consegnare ai cittadini luoghi eccellenti dove accrescere la passione per lo sport.

FIAMMA TRICOLORE da sempre è vicina al valore dell’individuo a prescindere dalla propria condizione fisica e di salute. Occorre lavorare al fine di abbattere le barriere per i diversamente abili che spesso e volentieri non sono solo architettoniche ma anche sociali. L’obiettivo è quello dell’estrema inclusione e vicinanza a chi ha problematiche di deambulazione, spesso impossibilitati a condurre una vita normale per via dei limiti di un’uguaglianza sostanziale non sempre possibile. Ricollegandoci all’importanza dello sport si potranno stabilire delle attività para-olimpiche con eventi di vario genere, come tornei, dimostrazioni ecc. dove rendere assoluti protagonisti gli atleti diversamente abili. A tal fine è necessario stabilire un équipe di persone che vivono tale condizione che possano suggerire e stabilire le condizioni più idonee e favorevoli.

Cultura è condivisione e trasmissione di concetti, valori, memorie. Cultura è lo sforzo che una Amministrazione ed una generazione deve fare affinché si consegni a chi verrà dopo di noi le radici che ci caratterizzano. Occorre stabilire con gli operatori culturali i metodi e i mezzi al fine di diffondere la bellezza e l’importanza degli artisti, siano essi pittori, scultori, musicisti, letterati, che nelle varie epoche hanno reso la nostra città così bella e stimata. Gli spazi, come ad esempio il MUST, dovrebbero ospitare le collezioni che raccontano delle nostre radici prima messapiche e poi romane, la presenza della cultura greca venutasi a sposare con quella latina, le testimonianze lasciate dalle varie dominazioni che si sono susseguite. In tal senso ciimpegneremo a lavorare affinché il Barocco Leccese venga riconosciuto come “Patrimonio dell’Unesco” in modo tale da attingere i fondi per la conservazione e la valorizzazione del nostro amatissimo barocco. L’obiettivo si può raggiungere individuando un team di esperti locali che possano studiare e presentare tutta la documentazione necessaria al raggiungimento di questo imprescindibile riconoscimento per la nostra città. Un tale riconoscimento permetterebbe l’indiscussa crescita economica della città in termini di affluenza turistica.

In linea col concetto di valorizzazione delle nostre testimonianze storico-artistiche intendiamo porre attenzione all’area cimiteriale tutta, sia la parte storica che moderna. Il Cimitero Monumentale di Lecce deve diventare sempre di più una meta di visita, perché risulta essere uno dei cimiteri più importanti d’Italia per via dei numerosi architetti ed artisti che vi hanno lavorato e per via dei personaggi illustri ivi sepolti come Tito Schipa, Vittorio Bodini, Michele Massari, Edoardo de Candia, Ugo Tapparini ecc … Il problema del cimitero monumentale è senza dubbio il degrado e l’incuria: alcune cappelle sono abbandonate sia per la probabile estinzione delle famiglie o per l’incuria delle stesse imputabile magari a difficoltà economiche. L’Amministrazione Comunale, assieme alla Sovrintendenza, dovrà individuare gli interventi per il recupero delle cappelle in degrado, la schedatura delle opere d’arte presenti all’interno e all’esterno delle cappelle, l’individuazione delle sepolture di personaggi illustri o artisticamente di particolare pregio, la mappatura di tutta l’area con la creazione dei percorsi consigliabili e l’istallazione di pannelli e indicazioni in italiano, francese, inglese e tedesco.

Lecce merita una classe dirigente con l’orecchio, l’occhio e il cuore rivolto al bene del cittadino; e chi se non FIAMMA TRICOLORE può garantire l’attuazione del welfare, la vicinanza disinteressata ai bisogni di cittadini quali madri, padri, giovani, lavoratori, studenti ecc.?